ONE WEEK FRIENDS

Titolo ONE WEEK FRIENDS
Titolo originale 一週間フレンズ。 Isshūkan Furenzu (lett. “Amici per una settimana”)
Genere Commedia drammatica, Scolastico, Sentimentale, Slice of life
Durata 12 episodi (24 min.) + 12 OAV* (1’30”)
Anno 2014 (it. inedito)
Regia Tarou Iwasaki
Soggetto Matcha Hazuki (manga)
Sceneggiatura Shōtarō Suga
Character design Matcha Hazuki (orig.), Eri Yamazaki
Musiche Nobuko Toda
Una produzione Brain’s Base
In breve Yūki Hase ha un hobby cui è molto legato: richiedere in continuazione l’amicizia della compagna di classe Kaori Fujimiya. Piccolo dettaglio: la memoria di lei riesce a immagazzinare soltanto i ricordi della settimana corrente.
One Week Friends - Kaori e YūkiNon è dato sapere se Yūki Hase abbia un futuro da assistente sociale o sia, più semplicemente, uno stalker in erba. Una cosa è certa: non riesce a darsi pace quando pensa alla solitaria e scostante compagna di classe Kaori Fujimiya. Perciò si ostina a proporle ogni giorno di stringere amicizia con lui. Ma la ragazza, come è logico, gli dà puntualmente il due di picche. Dove finisce il senso della dignità di Yūki? E dove comincia, invece, il suo sconfinato altruismo? Mistero. D’altro canto, è risaputo che gutta cavat lapidem, come abbiamo appreso al liceo dalle lezioni di latino. E perciò, alla fin fine Kaori cede e decide di essere amica di quel curioso caso umano.

Disgraziatamente, c’è un però. Non è che Kaori sia così perché ami darsi delle arie. E neppure c’entra la timidezza, tutt’altro. Purtroppo, ogni lunedì Kaori dimentica quanto è accaduto la settimana prima. E quindi, che senso ha stringere un legame con una persona di cui poi ci si scorderà l’esistenza? No problem: Yūki, complice forse la visione di ef – a tale of memories, ha la soluzione in tasca. Basta che Kaori tenga un diario, e tutto si aggiusterà. O almeno, questa è la teoria. Riusciranno i nostri due One Week Friends a portare avanti un autentico rapporto di amicizia, nonostante le inevitabili complicazioni?

Tratto da un manga yonkoma di Matcha Hazuki, Isshuukan Friends tenta di cambiare un po’ le carte in tavola rispetto allo scolastico tradizionale. E quindi introduce la non originalissima componente dei problemi di memoria della sfortunata protagonista femminile. Oltre a una spalla maschile molto più cool dell’insipido – e a tratti, diciamolo, pure meschino – Yūki.

Gli aficionados senza se e senza ma dello school-drama troveranno un prodotto ben confezionato con qualche (innocua) variazione sul tema. Chi invece butta, nel calderone degli anime da visionare, uno scolastico ogni tanto, giudicherà probabilmente l’opera aggraziata come il chara dei personaggi principali. Lamentando tuttavia, con ogni probabilità, una certa mancanza di mordente.

Entrambe le categorie di pubblico non potranno però restare indifferenti di fronte a una background art di squisita fattura. I tratti ricchi di numerosissimi, pregevoli dettagli si sposano alla perfezione con i colori sfumati. Quasi a rendere in modo suggestivo la ricchezza e la varietà di un mondo reso inattingibile dall’evanescenza dei ricordi di Kaori.

Punti di forza Ottimo comparto tecnico, specialmente per quanto riguarda le grafiche. Menzione d’onore per i due comprimari: Shōgo, indolente ma carismatico; Saki, semplicemente adorabile.
Punti di debolezza Lo spettatore comprenderà alla perfezione i problemi di Kaori: dopo una settimana, della serie rimarrà verosimilmente un ricordo sbiadito. La mediocrità di Yūki oltrepassa troppo spesso la soglia di fastidio.
Visione del mondo L’amicizia come fattore di sblocco in grado di favorire il superamento di traumi psicologici.
Note *Nei DVD/BD di One Week Friends è stata inclusa una miniserie intitolata 香織の日記 Kaori no Nikki (lett. “il diario di Kaori) nella quale la protagonista reinterpreta gli eventi della serie principale dal suo punto di vista, descrivendo le sue impressioni nel diario.
Altre informazioni Approfondisci su Social Anime
One Week Friends - Shōgo, Yūki, Kaori e Saki
Da sinistra a destra: Shōgo, Yūki, Kaori e Saki
SuperWebTricks Loading...