TAKAGI-SAN

Titolo TAKAGI-SAN
Titolo originale からかい上手の高木さん Karakai jōzu no Takagi-san (lett. “L’esperta stuzzicatrice Takagi-san”)
Genere Commedia, Scolastico, Sentimentale
Durata 12 episodi (24 min.) + 1 OAV in uscita a luglio 2018
Anno 2018
Regia Hiroaki Akagi
Soggetto Soichiro Yamamoto (manga)
Sceneggiatura Michiko Yokote
Character design Soichiro Yamamoto (orig.), Aya Takano
Musiche Hiroaki Tsutsumi
Una produzione Shin-Ei Animation
In breve Il timido Nishikata ha un obiettivo nella vita: riuscire a non cadere nelle trappole e negli scherzetti approntati dall’amata/odiata compagna di banco Takagi. Nishikata prova a renderle la pariglia, ma è tutto inutile: Takagi è troppo sveglia, per lui!
Takagi-san - I due protagonistiUna piccola perla nascosta nello scrigno della programmazione invernale 2018. Questo è Takagi-san. Il plot è semplicissimo: due studenti delle medie, Nishikata e Takagi. Lui è sempre alle prese con piani tanto diabolici (si fa per dire) quanto cervellotici. Desidera infatti, almeno per una volta, riuscire a mettere nel sacco la compagna di banco. Quest’ultima è abituata a punzecchiarlo, e lui sogna di prendersi, prima o poi, una rivincita. Ma niente da fare: lei non ci casca. Al contrario, sembra dotata di poteri ESP. Sa prevedere ogni mossa di Nishikata. E alla fine, è sempre Takagi a spuntarla. Semplice intuito femminile? O c’è qualcosa di più?

Le puntate sono suddivise in capitoli narrativi, ciascuno col suo titolo. Così l’interazione tra i protagonisti si declina in mille circostanze diverse. Tutte appartenenti, però, all’ordinaria normalità di due studenti delle medie. Da una gomma per cancellare chiesta in prestito, a una capriola all’indietro. Da un giro in due sulla bici, a un gatto da accarezzare. Alcuni micro-episodi sono poco più di semplici sketch. Altri invece approfondiscono l’evoluzione del rapporto fra Takagi e Nishikata. Ogni tanto, alcuni intermezzi nei quali l’attenzione si sposta su un trio di compagne di classe. E sulle loro vicende di tutti i giorni, raccontate con un piglio più spiccatamente umoristico.

Tutto qui? Ebbene, sì. Lo schema può sembrare ripetitivo. Eppure, la formula non stanca mai. Qual è il segreto di questo anime minimalista? Probabilmente, la spiegazione risiede nella freschezza e genuinità dell’opera. Tante, troppe volte siamo stati messi di fronte a serie animate traboccanti di un melodrammatico esasperato. Dove, per rendere interessanti le dinamiche fra fanciulle ancora acerbe e ragazzini imberbi, si tenta di lacerare il cuore dello spettatore. Ed eccoci costretti a sorbire tormenti interiori più o meno gratuiti, improbabili slanci amorosi di un romanticismo stereotipato e intrecci contorti degni di una soap opera per adolescenti.

Ringraziando il cielo, niente di tutto ciò compare in Takagi-san. Le situazioni condivise da Nishikata e Takagi non hanno nulla di memorabile. E tuttavia, questa serie non si può di certo definire banale. Riescono sempre a strapparci un sorriso, le machiavelliche strategie elaborate dal protagonista maschile. Anche perché sono immancabilmente votate all’insuccesso. E sono ancora più divertenti, se messe a confronto con la serafica imperturbabilità e il finto candore della ragazzina. Pensandoci bene, non sono tanto le trovate dei due, ad intrattenerci. Bensì il confronto tra la dolce malizia di lei e le comiche nevrosi accumulate da lui.

Merito di una sceneggiatura capace di restituire la tenerezza riposta nella semplicità del quotidiano. E di trasmetterla attraverso gli occhi di due personaggi non più bambini e non ancora adulti. Un’idea di base elementare? Un’infinita gamma di modulazioni della stessa nota? Un prodotto minore? Sia pure. Ma magari tutti i prodotti (così detti) minori fossero così.

Punti di forza La simpatia dei protagonisti, senza dubbio. E la sceneggiatura azzeccata. Non è facile riuscire a intrattenere in modo tanto piacevole (e tanto garbato) con una trama così semplice.
Punti di debolezza Vira in modo forse un po’ troppo brusco nel finale. D’altra parte, con soli 12 episodi, si avverte l’urgenza, dopo una serie di schermaglie reciproche, di arrivare al dunque.
Visione del mondo Come è bella, nella sua quotidianità, la primavera della vita! 
Altre informazioni Approfondisci su Social Anime

Takagi-san - Primo piano di Nishikata e Takagi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

SuperWebTricks Loading...